Archivio dei tag animali

DiFabio

#cambiamoleregole

SUL NOSTRO SITO UNA BOZZA DI NUOVO REGOLAMENTO PER LA TUTELA DEL BENESSERE DEGLI ANIMALI, DA PROPORRE AI CANDIDATI ALLE PROSSIME ELEZIONI AMMINISTRATIVE. QUESTO E’ IL MOMENTO DI AGIRE.

Le Elezioni Amministrative 2019 si terranno domenica 26 maggio in 3.783 comuni appartenenti alle regioni a statuto ordinario, Friuli Venezia Giulia e Trentino-Alto Adige. Il turno di ballottaggio è fissato per domenica 9 giugno, mentre si andrà alle urne il 16 giugno in 29 comuni della Sardegna.

MADE in BUNNY O.d.v. propone per questa occasione una bozza di Nuovo regolamento per la tutela degli animali, redatto dalla nostra Serena Dentici, che può essere scaricato e proposto ai candidati alle posizioni delle rispettive liste.

Abbiamo la possibilità di sottoporre il regolamento per costruire, ognuno nel proprio comune di residenza, il futuro dei nostri amici animali.

Questo è il momento, cambiare si può, cambiare si deve!!!

scarica qui il nuovo regolamento

 

Per ulteriori informazioni oppure per proporre modifiche e/o integrazioni, compila il form qui di seguito.

DiS D

Buona Pasqua per tutti- Le ricette in gara!

Buona Pasqua per tutti – Concorso gratuito a premi per menù vegano
 
MADE in BUNNY presenta un concorso in cui sarà premiata la miglior ricetta VEGANA!!! Dall’aperitivo al dessert, votate le idee che troverete più originali ed appetitose per mangiare bene senza fare del male!!! 😊

1° CLASSIFICATO!!!

Gnocchi di verza su vellutata di zucca

Ingredienti per gli gnocchi: 600 gr di verza, 200 gr di patate, 300 gr di semola di grano duro, uno spicchio di aglio, sale, pepe, olio evo
Ingredienti per la vellutata: 400 gr di zucca, 80 gr di porro, 1 patata, prezzemolo, sale, pepe, olio evo
Procedimento per gli gnocchi: lavare e tagliare con una forbice da cucina la verza, strizzarla bene e stufarla con l’aglio, le patate tagliate a tocchetti, sale e un filo di olio. A fine cottura dovrà risultare ben asciutta. Frullare, aggiungere la semola, impastare e formare delle palline.
Cuocere in abbondante acqua bollente salata fino a che salgono a galla.
Procedimento per la vellutata: tagliare a tocchetti la zucca e la patata, aggiungere 200 ml di acqua, il porro, il prezzemolo, sale, pepe e olio. A fine cottura frullare.
Servire con delle noci tritate.

Arcangela Streppone
https://www.facebook.com/arcangela.streppone

Per votare clicca qui!!!


2° CLASSIFICATO!!!

Rotolo Veg alle fragole

Ingredienti farina 100 gr. di farina di riso 30 gr. di maizena ,100 gr. di zucchero,1cucchiaino di lievito x dolci,120 grammi di latte di riso,300 grammi di panna veg oplà fragole q.b.
Unire farina maizena zucchero lievito, amalgamarli bene con il latte di riso, stenderla su una placca rettangolare rivestita di carta da forno, levigare bene, mettere in forno a 180 gradi x 15 minuti
prendete uno strofinaccio bagnato strizzato, rovesciatevi sopra la base di pan di spagna veg
adagiate sopra la panna veg (montata) le fragole a pezzetti, ora rotolate il pan di spagna aiutandovi con la carta da forno
una volta rotolato adagiatevi dei ciuffi di panna e le fragole tagliate a spicchi, per decorare potete usare foglioline di menta…

Cristina Verde
https://www.facebook.com/Cristy1967

Per votare clicca qui!!!


3° CLASSIFICATO!!!

Risolatte ai lamponi

200 gr. di riso
1 litro di latte di riso o di soia
1 stecca di vaniglia
la scorza di un limone
1 cucchiaio di sciroppo di agave (o 2/3 cucchiaini di zucchero di canna)
Cannella
Lamponi (o la frutta che più vi piace)

In un pentolino mettere a bollire a fiamma bassa il latte di riso con la scorza di limone a pezzi grossi, la cannella e la stecca di vaniglia. Aggiungere lo sciroppo di acero e mescolare gli ingredienti. Quando sta per bollire levare la scorza di limone e la vaniglia e versare il riso che faremo cuocere per trenta minuti sempre a fuoco basso, per evitare che attacchi al fondo.
Se il risolatte piace più cremoso, continuare a cuocere il riso finché diventa morbido appunto come una crema, aggiungendo o un po’ di acqua o altro latte di riso.
Guarnire con i lamponi.
Quello in foto l’ho cucinato a San Valentino… perché si cucina sempre pensando a qualcuno ❤️

Romina Zanotti
https://www.facebook.com/romina.zanotti.9

Per votare clicca qui!!!


VINCITORE DEL PREMIO DELLA CRITICA!!!

Zuccotto salato

TEMPO di preparazione 2 ore circa
DIFFICOLTÀ media

INGREDIENTI
3 o 4 patate a pasta gialla grandi;
3 o 4 rape rosse già lessate;
un vasetto di carciofini sott’olio sgocciolati e sciacquati;
cipolle rosse di Tropea;
carote tagliate julienne;
un panetto di tofu affumicato;
sale rosa qb;
pepe bianco qb.

Per la marinata
salsa di soia;
succo di limone;
capperi;
alghe nori / kombu;
un cucchiaino di senape forte.

Farcia:
1 vasetto di Maionese vegan;
1 vasetto di yogurt di soia bianco 250gr;
Panna da cucina vegan a piacere.

Decorazione
6 Noci macadamia;
4 cucchiai di lievito di birra in scaglie;
1 cucchiaino di curcuma in polvere;
Sfoglie di patate al forno;
carciofini sott’olio sgocciolati e sciacquati;
ravanelli.

Strumenti:
una teglia bassa con carta da forno,
una ciotola semisferica,
un piatto di portata grande,
una terrina per la marinata,
una spatola per dolci,
un mortaio.

Procedimento:
-Tagliare le cipolle di Tropea a listarelle sottili, il tofu affumicato a rettangolini ed immergerli per almeno un’ora in una marinata fatta con salsa di soia, succo di limone, alghe nori o kombu spezzettate, dragoncello, senape e capperi, allungare con poca acqua se necessario per coprire completamente il tofu e la cipolla.
-Lessare le patate in acqua salata con un cucchiaio di aceto di mele, uno spicchio d’aglio e un rametto di rosmarino – lasciarle freddare e tagliarle a fettine;
-mettere da parte alcune fettine sottili di patate in una teglia sulla carta da forno per farle dorate al grill per la decorazione finale;
-Tagliare le rape rosse già lessate a fettine parte dei carciofini e le carote julienne.
Per la farcia
-Mescolare lo yogurt con la maionese e la panna;
-mettere da parte una porzione della farcia per la copertura finale.
-usare la ciotola semisferica per formare diversi strati fino a riempire lo zuccotto:
Farcia, patate, cipolle marinate, carote, carciofini, rape rosse, tofu affumicato marinato, farcia, ripetere daccapo formando più strati e far riposare in frigo per mezz’ora.

Nel frattempo triturare in un mortaio le noci macadamia, con il lievito di birra in scaglie e la polvere di curcuma e una macinata di pepe bianco.
Sformare lo zuccotto e disporlo al centro di un piatto di portata, ricoprirlo con la farcia tenuta a parte aiutandosi con una spatola per dolci.
Spolverizzare la parte superiore con il mix in polvere di noci, lievito e curcuma, disporre alcuni carciofini sopra e intorno sul bordo le sfoglie di patate rosolate al forno con i ravanelli.

Anna Cento
https://www.facebook.com/anna.cento

Per votare clicca qui!!!


Torta al cioccolato con crema al cioccolato e fragole

Ho impastato 300 gr di farina, con 30 gr di cacao, 100 ml di olio di semi , 200 gr di zucchero e 350 ml di latte di soia, con una bustina di lievito.
Infornato a 180 gr per 40/50 minuti per verificare la cottura fare la prova stecchino.
Nel frattempo ho preparato la crema al cioccolato, ho messo a bollire 500 ml di latte di soia con 150 gr di zucchero, mentre porto a bollore aggiungo 50 gr di amido di mais setacciato per non creare dei grumi, quando si sta addensando aggiungo 200 gr di cioccolato fondente. Lascio raffreddare in un contenitore basso ricoperto di pellicola.
Una volta raffreddata la torta e la crema, taglio la torta in tre parti, la bagno con una bagna fatta di latte di soia, zucchero e cacao, ricopro il primo piano di crema su cui appoggio delle fragole a pezzi, bagno il secondo e procedo come con il primo.
Una volta farcita lascio riposare in frigorifero per almeno 3 ore.
Tolgo dal frigorifero, faccio dei fori per riempire con le finte carote, successivamente ricopro la torta con della ganache al cioccolato fondente fatta con 200 ml di panna vegetale e 200 gr di cioccolato fondente. Metto a bollire la panna e una volta raggiunto il bollore la verso sul cioccolato fatto a pezzetti, lascio raffreddare e una volta raggiunta la consistenza giusta ricopro la torta.
Una volta che la ganache si è indurita ( io lascio riposare ancora un paio d’ore in frigorifero) creo le carote con della panna colorata di arancione e metto tutte le decorazioni in pasta di zucchero preparate precedentemente (coniglio e recinto), sbriciolo i pezzetti di torta che avevo tolto da sopra e faccio il terreno.
Poi con della panna colorata di verde simulo l’erba con una sac a poche e un beccuccio idoneo.

Alessandra Zulian
https://www.facebook.com/alessandra.zulian.7

Per votare clicca qui!!!


Peperone ripieno a strati di pan grattato con patate tagliate finemente e crema di carote

Scottare in padella il peperone con un filo di acqua
A parte tagliare finemente le patate ed aggiungerle al pan grattato tostato in padella amalgamando con olio evo crudo
Tagliare finemente le carote, cuocerle in acqua, aggiungere un filo d olio evo crudo e frullare
Ripartire a strati i preparati all’interno del peperone
E buon appetito

Andrea Ruggiero
https://www.facebook.com/andrea.ruggiero.372

Per votare clicca qui!!!


Cuori di risotto all’arancia

Ingredienti per 4 persone
• 10 pugni di riso Carnaroli (sul serio non li ho pesati ma ho fatto a occhio)
• 2 Arance belle grosse e profumate
• Olio Extravergine D’oliva
• 1/2 cipolla
• Vino bianco
• il brodo vegetale che avrete preparato
• Stampi in silicone a forma di cuore
• sale

Per il brodo vegetale:
• 2 l di acqua
• 1 cipolla
• 2 zucchine
• 1 finocchio
• 2 patate medie
• 3 carote
• 2 coste di sedano
• sale

Preparazione
Preparare il brodo vegetale: lo preparo come più o meno fa sempre mia mamma, salvo che in questo caso non ho messo il pomodoro. E’ molto semplice: lavare e mondare le verdure, farle a pezzi e mettere tutto dentro ad una pentola capiente aggiungendo un po’ di sale in base al vostro gusto…mamma ne mette poco…io un po’ di più 😊 Da quando bolle l’acqua, lasciar bollire a fuoco medio per circa un’ora.
Le arance: prelevate un po’ di scorza da un’arancia e tagliatela a listarelle, grattugiate la parte di scorza rimanente della prima e tutta la seconda arancia. Ora che le avete “grattugiate” potete spremerle per ricavarne il succo.
Veniamo al riso: tritare la cipolla e farla soffriggere in una pentola con un po’ di olio. Aggiungere il riso e farlo tostare a fuoco medio; sfumare con il vino bianco e successivamente iniziare a versare, un po’ per volta con uno sgommarello, il brodo vegetale; ogni volta che vedete che il riso si addensa assorbendo il brodo, versatene altro. Dopo circa 10 minuti di cottura del riso aggiungete il succo delle arance (la scorza grattugiata e le listarelle tenetele da parte per la decorazione).
Continuate la cottura del risotto all’arancia fino a che il riso sarà praticamente cotto (assaggiate per verificare la cottura). Aggiustate di sale se necessario.
Una volta cotto il risotto è pronto per essere impiattato normalmente; ricordatevi di aggiungere la scorza grattugiata.
Se invece volete dargli la forma a cuore della foto, versate il riso negli stampi in silicone a forma di cuore, fate intiepidire e sformate direttamente sui piatti. Decorate con la scorza di arancia tagliata a listarelle.

Annelise Nenny Nazionale Gennaretti
https://www.facebook.com/Annelise02

Per votare clicca qui!!!


Peperoni ripieni di zucchine con contorno di cavolfiore speziato

Lavare il peperone, tagliarlo a metà per la lunghezza e privarlo dei semi e del picciolo, oliarlo esternamente e porlo in una teglia da forno. Lavare e mondare mezza zucchina a piccoli pezzi, condire con olio, sale, rosmarino, timo, coriandolo, menta, pepe nero; riempire il peperone.
Lavare e mondare il cavolfiore e sbollentare qualche minuto, in una ciotola condire con olio sale, aglio in polvere, garam masala e una spolverata di pan grattato. Infornare con il peperone fino a doratura.

Apollonia Lotbrok
https://www.facebook.com/apollonia.lotbrok

Per votare clicca qui!!!

Il garam masala è una mistura di spezie tipica della cucina indiana e cucina pakistana: il significato del nome è spezia calda, anche nel senso di piccante. Wikipedia


Tiramisù vegano

ingredienti
• biscotti vegan (senza uova e senza latticini)
• zucchero grezzo
• 250 grammi di latte di riso
• 250 grammi di panna vegetale
• 2 cucchiai di fecola
• 1 bustina di vanillina
• 100 grammi di cioccolato fondente
• cacao amaro in polvere
• caffè

preparazione
1. In un pentolino di acciaio versare la fecola e la vanillina poi aggiungere il latte di riso sempre mescolando con una frusta per non formare grumi
2. Mettere sul fuoco a fiamma bassa e continuare a mescolare fino a quando non raggiunge il bollore
3. Lasciare addensare la crema per qualche minuto poi spegnere e trasferire in un contenitore coperto da pellicola per far raffreddare
4. Montare la panna vegetale da aggiungere alla crema fredda con movimenti delicati
5. Dolcificare a piacere il caffè con lo zucchero per inzuppare i biscotti
6. In una teglia grande o piccole mono-porzioni mettere uno strato di crema alternato da uno strato di biscotti imbevuti nel caffè
7. Spolverate di cacao e aggiungete qualche scaglia di cioccolato
8. Guarnire con cacao amaro e confetti vegani
9. Mettere il tiramisù vegan in frigorifero e aspettare un paio d’ore prima di servire. Buon appetito!

Cristina Giorgio
https://www.facebook.com/cristina.giorgio.78

Per votare clicca qui!!!


Dolcetti bianchi e neri

– 60 g cereali di riso soffiato
– 200 g cioccolato bianco veg
– 200 g cioccolato fondente

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria, appena si sarà sciolto il cioccolato spegnere il fuoco lasciando i pentolini nell’acqua calda e mescolare i cereali di riso soffiato.
Quando sarà tutto ben amalgamato, togliete dall’acqua e con un cucchiaio fare dei mucchietti di impasto su una teglia coperta con carta da forno.
Lasciarli indurire all’aria e poi mettere in frigo.

Elisa Savasini

https://www.facebook.com/elisa.savasini

Per votare clicca qui!!!


Gnocchetti piccanti di ceci con zucchine e fiori di zucca in crosta di noci.

x gli gnocchetti: farina di ceci + un’altra farina non raffinata in proporzione 2 a 1. Unire le due farine, il sale e l’acqua. Lavorare finché la pasta non sarà pronta (un panetto bene omogeneo che si attaccherà, data la farina di ceci, pochissimo alle mani).
Sul fuoco far bollire l’acqua salandola ed aggiungendo un cucchiaino di olio (per non far attaccare la pasta), quando sarà pronta unire gli gnocchi.
In un’altra pentola aggiungere l’olio con la polvere d’aglio (con la quantità regolatevi a gusto), dopo pochi secondi unire le tagliatelle di zucchine ed i fiori di zucca precedentemente puliti (seguendo l’ordine visto che le zucchine richiederanno qualche secondo in più per la cottura), sale q/b.
I pochi minuti di cui necessiteranno gli gnocchi per cuocersi basteranno alla verdura, alla quale appena pronta andrà aggiunto il peperoncino.
Scolare gli gnocchi ed unirli alla verdura facendo amalgamare bene in modo che si venga a creare una gustosa cremina.
Preparare il piatto unendo la granella di noci.
Servire ben caldi ❤

Francesca Cos
https://www.facebook.com/francesca.cosentino.733

Per votare clicca qui!!!


Peperoni a modo mio

ingredienti per 4 persone: 1 kg di peperoni Rossi e Gialli; 50 grammi di capperi, 150 grammi di olive nere denocciolate(peso prodotto sgocciolato), pan grattato, sale olio evo.
Lavare i peperoni e farli a listerelle sottili, in una ciotola capiente mescolarli col pane, i capperi, le olive, l’olio e il sale finché non saranno ben amalgamati.
Preparare una teglia con carta da forno e dopo averli disposti in uno strato sottile cuocerli in forno ventilato preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti (finché non diventano un po’ abbrustoliti).
Servire tiepidi

Francesca Fra
https://www.facebook.com/Aileenk8

Per votare clicca qui!!!


Pesto agrumato broccoli e mandorle

Ingredienti:
– 80 gr di pasta corta integrale
– 1 cipolla piccola
– 100 gr broccoli
– 10 gr di mandorle (meglio se tostate)
– Il succo di mezza arancia
– Sale Olio EVO
Procedimento:
Lessare i broccoli per qualche minuto in acqua salata; io preferisco che rimangano croccanti, in questo modo il pesto sarà più rustico, più granuloso. Scolarli e nella stessa acqua cuocere la pasta. Nel frattempo in una padella soffriggere la cipolla, aggiungere il succo d’arancia e far sfumare. Frullare i broccoli con le mandorle e un filo d’olio, aggiustare di sale e quando la pasta è cotta unirla al soffritto e al pesto mescolando il tutto.
Buon appetito!

Lucia Chesi
https://www.facebook.com/lucia.chesi1

Per votare clicca qui!!!


Biscotti di pasta frolla

100gr di zucchero di canna
200gr di burro vegetale a pezzi (io uso la valle’ o burro di cocco denaturato)
370gr di farina 0 di poca forza 150W
1 cucchiaio di amido di mais
1 pizzico di sale
Vaniglia

Procedimento : rendere lo zucchero di canna a velo in un mixer o robot da cucina.
Una volta ridotto in polvere aggiungere la farina e il burro a pezzi. Potete impastare a mano o con una planetaria. Ricordatevi di non lavorare troppo l’impasto in modo da non scaldarlo. Il procedimento deve durare circa 1 e mezzo finché non diventa un impasto omogeneo in modo da formare un panetto compatto con le mani. Dopo di che, lasciare in frigo 1 ora a riposare in modo che si rassoda.
Trascorso il tempo prendere il panetto da frigo e stendere una sfoglia a secondo di 2 cm a( seconda del vostro gusto) e formare le forme che volete con le formine o semplicemente con un bicchiere.
Informare a 180 gradi (preriscaldare il forno) modalità ventilato per circa 15minuti.
A fine cottura potete decorare come volete.
Con cioccolato fuso o glassa allo zucchero.
La glassa allo zucchero per decorazione è semplicissima. Bastano 100 gr di zucchero a velo più 2 cucchiai di acqua. Portare l’acqua a bollore e giungerla un cucchiaio alla volta allo zucchero a velo. La glassa deve risultare viscosa.
Ora potete decorare a vostro piacimento, se la veste colorata basta aggiungere un piccolo quantitativi di colorante vegetale in polvere.
Consigli : se volete rendere i vostri biscotti più saporiti, potete aromatizzarli all’arancia.
150 gr buccia di arancia state attenti a non prendere la parte bianca(usate un pela patate). Basta tritare la buccia in un mixer aggiungere un’arancia( sia polpa che succo) e aggiungere sciroppo di agave, amalgamare bene ed ecco a voi un ‘aroma all’ arancia perfetto. Bastano 2 cucchiai per aromatizzare.

Mary Putignano
https://www.facebook.com/profile.php?id=100008218513337

Per votare clicca qui!!!


Crostata senza glutine con frutta fresca

Per la frolla occorrono 270 gr di farina, 2 cucchiai di zucchero a velo, 200 ml di panna di soia
Amalgamare il tutto e fare una palla da far riposare in frigo per circa mezz’ora, dopodiché stendere in teglia e cuocere in forno statico a 200 gradi per circa 20 minuti.
Una volta cotta la base, mettere sopra la crema pasticcera, ovviamente vegana e poi farcire con frutta a piacere
Infine cospargere “la glassa” fatta di marmellata di albicocche diluita in acqua 😋

Mena Livorno
https://www.facebook.com/mena.livorno

Per votare clicca qui!!!


Asparagi in crosta

Ingredienti
• Pasta sfoglia
• Asparagi freschi
• Bevanda di soia
• Semi di sesamo e di papavero
• Pepe
Salsa di soia

preriscaldare il forno a 180°C.
lavare gli asparagi e tagliare il pezzo finale del gambo, più duro.
Mettere gli asparagi in una ciotola e lasciateli marinare con un po’ di salsa di soia e una spolverata di pepe.
Stendere la pasta sfoglia e tagliare delle striscioline. prendete un asparago e avvolgetegli attorno la striscia di pasta sfoglia, premere un po’ nella parte finale per farlo attaccare bene.
Ora spennellate con il latte di soia e i semi di sesamo e papavero alternati, infornate subito per circa 25/30 minuti fino a che la superficie non diventerà bella dorata.

Monica Gu Gu Susini
https://www.facebook.com/monica.g.susini

Per votare clicca qui!!!


Torta Matta senza uova, lievito e latte

170 gr. di farina doppio zero 170 di zucchero 3 cucchiai di cacao un cucchiaino di bicarbonato, 1/2 cucchiaino di sale, 6 cucchiai di olio di semi, un cucchiaio di vanillina un cucchiaio di aceto bianco, 250 ml di acqua, 70 gr. di cioccolato fondente.
Oliare una teglia di 20 cm. Sistemare farina, zucchero, cacao, bicarbonato, sale nella teglia, poi versare sopra olio, acqua, aceto, vanillina e mischiare con un frustino fino ad amalgamare. Aggiungere il cioccolato a pezzi. Forno caldo 180° – 30 minuti

Paola Adami
https://www.facebook.com/profile.php?id=100011326260524

Per votare clicca qui!!!


Burger di zucchine e patate al rosmarino:

– uno scalogno
– due zucchine
– una patata
– farina di ceci q.b.
– sale e pepe
– rosmarino, timo
– curcuma (facoltativo)

Cuocere le verdure al vapore e schiacciarle in un passino 8io schiaccio prima un poco le zucchine per far perdere l’acqua) o, se si preferisce, tagliarle a pezzettini molto piccoli.
Soffriggere lo scalogno tritato nell’olio, unirlo alle verdure schiacciate o tagliate con sale, pepe, aromi e farina di ceci quanto basta per poter formare dei burger con le mani.
Passare, infine, nel pangrattato, e cuocere in forno a 180° per 15 minuti o in una padella con un filo d’olio e un rametto di rosmarino.
Una vera delizia!

Patrizia Zandonà
https://www.facebook.com/patrizia.zandona

Per votare clicca qui!!!


Carciofo alla Giudia

Pulire il carciofo dalle foglie, e metterlo in acqua fredda con succo di limone.
Sciacquare bene il carciofo e sbatterlo verticalmente . Preparare un trito con erbetta aglio e peperoncino inserire il trito nella parte centrale del carciofo.
Mettete a soffriggere aglio e olio in tegame e fate cucinare e rosolare il carciofo, potete aggiungere a piacere un pochino di vino bianco/acqua per farlo cucinare.
Impiattarlo con delle piccole violette del pensiero commestibili.
Buona Pasqua!!

Sonia Frazzitta
https://www.facebook.com/sonia.frazzitta

Per votare clicca qui!!!

DiFabio

La corretta alimentazione

Quante volte ci siamo domandati “che cosa mangia un coniglio? Qual’è la regola da seguire?” La regola con questi piccoli amici non esiste, può variare di esemplare in esemplare. Vi forniamo una breve guida introduttiva alla corretta alimentazione dei nostri amati orecchiuti.

Il coniglio è un lagomorfo, e non un roditore, strettamente erbivoro
quindi alla base dell’alimentazione vi devono essere erba, fieno, verdure e pochissima frutta e pellet (che devono essere utilizzate solo come premio). Mangimi a base di granaglie, legumi, semi e prodotti da forno come pane e biscotti (anche se commercializzati come “adatti ai conigli”) sono estremamente nocivi per la loro salute e non devono essere somministrati in nessun caso.

L’erba è l’alimento migliore per un coniglio in quanto apporta le fibre utili alla corretta motilità intestinale e, grazie al contenuto di silice, contribuisce alla giusta usura dei denti; se si ha la possibilità di raccoglierne, devono provenire da zone non contaminate da gas di scarico, quindi lontane dalle strade, e non frequentate da animali. E’ possibile anche creare dei “prati casalinghi”, piantando semi quali festuca, poa, piantaggine, loietto ed altre in grossi vasi.

Ottimo succedaneo dell’erba è il fieno, meglio se di prato polifita, (senza erba medica per i conigli oltre i sei mesi , in quanto ricca di calcio: va bene per i coniglietti giovani o per le coniglie in gestazione e allattamento, ma è sconsigliata negli altri casi perché potrebbe provocare accumuli di calcio a livello renale).
Il fieno, indipendentemente dalla marca scelta, non deve essere polveroso od odorare di muffa: un fieno buono contiene steli di diverse consistenze e colori (più o meno verde, fili giallini, rametti, foglioline e fiorellini secchi) ed ha un buon profumo.

Le verdure da preferire sono prevalentemente quelle a foglia verde: cicorie, indivia belga, scarola, radicchi, lattughe, foglie di sedano che devono costituire la base del menù quotidiano; in aggiunta, a rotazione, si può scegliere uno o due vegetali tra rucola, valeriana, finocchi, carciofo, bietola o spinaci (una/due volte a settimana, possibilmente non insieme e da evitare nei soggetti con problemi renali od alle vie urinarie a causa dell’alto contenuto di acido ossalico); una/due volte a settimana si può dare una piccola quantità di brassicacee (cavoli, broccoli, ravanelli…). Il pasto può essere completato con sedano, carote, pomodori, peperoni, zucchine… Attenzione agli ortaggi assolutamente da vietare:
patate, melanzane, cipolle, aglio, porro, scalogno.

Quando si introduce una nuova verdura, la si deve dare in una quantità minima per verificare che non vi siano reazioni (feci molli o formazione di gas), ed è meglio “testare” un vegetale alla volta.

Il pellet deve essere di ottima qualità, con un alto contenuto di fibre grezze, e può venir dato anche quotidianamente nella misura di un cucchiaio per kg di peso del coniglio, ma non è un alimento indispensabile.

Fiori ed erbe aromatiche essiccate costituiscono un ottimo e salutare snack per conigli: camomilla, malva, petali di rosa, malva, calendula, dente di leone, cicoria, menta… sono facilmente reperibili nelle erboristerie o venduti nei pet shop.

La frutta può essere data al coniglio, ma in piccolissime quantità (un cucchiaino circa) ed occasionalmente: una rondella di banana, un cubetto di mela, mezza fragola, una ciliegia (togliere il nocciolo!), anche essiccate, ma in tal caso la quantità deve essere ulteriormente ridotta, e devono essere un premio speciale, non la regola.

La quantità di cibo che si deve dare ad un coniglio dipende, naturalmente,  da molte varianti: dal peso, dal metabolismo, dall’età, dall’attività o sedentarietà; indicativamente, si può considerare che, in condizioni normali, per ogni chilo di peso si può fornire un quantitativo di verdure pari al contenuto di una tazza da cereali, da suddividere preferibilmente in due pasti, mentre il fieno deve essere fornito illimitatamente.

L’acqua deve essere sempre a disposizione, fresca e pulita; è da preferirsi la ciotola (o dispenser) al beverino, che costringe il coniglio ad una postura innaturale.

Inoltre, è bene seguire alcuni accorgimenti: le verdure devono essere fresche, non fredde di frigo, non bagnate (ma non è necessario che siano asciutte se il coniglio è abituato a mangiarle); mai somministrare vegetali cotti o decongelati; utilizzare una fieniera e buttare il fieno sporco di feci ed
urina. Gli avanzi di verdura vanno buttati perché possono fermentare; buttare i pellets scaduti, fieni polverosi o che odorano di muffa; non fare cambi repentini di alimentazione, per dare il tempo all’organismo di abituarsi e non rischiare che la nuova alimentazione provochi diarrea.
Favorire il movimento del coniglio, attraverso giochini e l’interazione col proprietario, sempre nel rispetto dell’indole dell’animale.

L’argomento è molto vasto e questa mini-guida è da intendersi come una introduzione, secondo quelle che sono le linee guida comunemente approvate dai veterinari esperti in animali esotici: per chiarimenti ed dubbi, fate sempre riferimento al vostro veterinario.

Alice Paoletich e Reny Jaddat Samir

Made in Bunny OdV / Coniglio Codino a Pon Pon

DiFabio

Per un grande cuore, ci vuole un coniglio grande!

Ci sono esseri viventi che lasciano un vuoto grande, che andandosene ti squarciano il cuore e si portano via un pezzetto di te, che entrano nella tua vita con irruenza o in punta di piedi, ma che quando vanno via lo fanno sempre lasciando un territorio desolato post bellico.

Quando Pantoufle, la mia piccolina, ha deciso di smettere di lottare ho compreso la scelta, ma allo stesso tempo, egoisticamente, l’avrei tenuta con me per sempre; gli animali hanno questa cosa che io invidio tanto: essere attaccati alla vita finchè ne ha senso, un dignitoso lasciarsi andare quando è il momento, vivono la morte come la più naturale delle esperienze ed io ho dovuto, voluto, che la sua scelta fosse rispettata.

Quel grande vuoto lasciato nessuno di noi era pronto a riempirlo e probabilmente non lo saremo mai, né io, né mio marito.. ma il suo compagno? Ci palesava una sofferenza che non potevamo ignorare, così abbiamo deciso di farci forza e cercare una compagna a Mazinga (di nome e di fatto, un vero terremoto, potentissimo e prepotente), mettendo da parte per un attimo il nostro dolore.

Subito ho contattato due care amiche “conigliare” che mi hanno “educata” ed “iniziato” ad una realtà che conoscevo parzialmente… abbiamo iniziato a passare in rassegna delle adozioni potenziali: batuffolosi conigli nani, soffici testa di leone, simpatici ariete… e poi improvvisamente una foto accompagnata da questa frase “non vorresti mica una polpettona di 4.5 kg?”.. la coniglia meno “neotenica” di tutti una xl di 4.5 kg Olivia, 3 anni di coniglio scampato al piatto che risulta “poco appetibile” come “pet”, per giunta “bianco-nera” e qui, ahimè, si mangia pane ed SSC Napoli.. insomma la meno papabile su carta; eppure succedono cose che a spiegarle sembra stupido, ma le provi: una connessione energetica con quell’essere, come se da sempre foste destinati ad incontrarvi e senti, la necessità, il bisogno di essere la sua famiglia.

Come se l’Universo ti avesse dato una missione da portare a termine e va fatto. Stamattina Olivia, per noi Holly, è entrata in casa nostra, l’inserimento con Mazinga non semplicissimo perchè, purtroppo, so due “capoccioni” e vogliono dettar legge l’un l’altro, ma l’amore è così, è fatto di compromessi, ci si ama così come si è: orecchie ritte o flosce, grossi o piccoli, coi colori chiari o scuri, l’essenziale è invisibile agli occhi … si sappia, tiferà Napoli, altrimenti mio marito non la faceva nemmeno varcare la soglia e so che con tanta pazienza, molto amore e l’aiuto delle “zie conigliare” andrà tutto bene.

Due cose mi sento di dire a tutti: L’amore per gli animali non può sostituire le relazioni con gli esseri umani, chi ama, ama! E sfogare le insoddisfazioni o le proprie sociopatie sugli animali non è produttivo né per noi, né per loro. Io e mio marito ci sentiamo genitori, eppure non abbiamo figli, so bene che i nostri animali non sono nostri figli.

– Avere degli animali è un atto di vero amore: decidi di prenderti cura di un essere vivente che quasi sicuramente ti lascerà, se tutto va bene in 10 – 15 anni, conscio di ricevere un dolore che nessuno comprenderà, che verrà sminuito e paragonato e che sarai costretto a nascondere.

– Quando si decide di adottare, si adotta, punto; non si è alla boutique a scegliere gli abiti: troppo corto, troppo lungo, cucciolo, adulto, con pelo, senza pelo, con orecchie giù o su ecc. Un atto d’amore non può implicare una selezione estetica, ma esclusivamente l’incontro di due anime che in quel momento si cercano… peschi il numerino insomma, è un terno al lotto.

Superate la superficie, sfondatela, andate oltre i vostri preconcetti ed apritevi al cambiamento ed alle novità , grandi novità, XL!

Niky Gammieri

DiFabio

L’angolo del libro

Uno spazio dedicato agli autori ed agli animali. Chi volesse promuovere qui il suo libro a tema può scriverci a info@madeinbunny.org.  
D’Amorire di Jessica Ravera

Gemma, un’appassionata professoressa di inglese e Italo, un informatico disilluso, si incontrano a Dublino dove nasce un’intensa storia d’amore. Tornati a Milano, dopo pochi anni felici una notte il loro mondo perfetto s’infrange: lei muore in un incidente e lui si ritrova, solo e con una figlia, a dover reinventare la propria vita. Ma il destino gli rimescola continuamente le carte. Il seme del dubbio su una doppia vita della moglie lo porterà a indagare nel mondo irrequieto ed effimero degli adolescenti… Incontrando così Nathalie, dolcissima tentazione.

Per acquistarne una copia scrivete a shopping@madeinbunny.org. Una parte del ricavato sarà devoluta in beneficenza.

 
Scemoniglio – Guida per lo schiavo umano di Benedetta Alciato

Lo scemoniglio è un adorabile batuffolo di pelo che entrerà in casa tua…per comandarti! Questa simpatica guida spiega allo schiavo come stare al suo posto, ed assecondare il suo padrone orecchiuto! Le fotografie permettono una migliore comprensione della nuova condizione dell’umano. Seguite Benedetta Alciato sulla pagina facebook  https://www.facebook.com/Grassugo/ Per ordinare il libro cliccate qui.  


Voglio un coniglio di Marta Avanzi

Se state per diventare o siete padroni di un coniglio in questo volume troverete tutte le informazioni indispensabili per condividere al meglio la vita con il vostro piccolo amico: dai consigli sulla scelta a dove acquistarlo, da come rendere la casa sicura a come maneggiarlo, da come alimentarlo a come controllare il peso, da come educarlo a come comunicare con lui, dal rapporto con i bambini alla convivenza con altri animali, dalla prevenzione delle malattie ai campanelli d’allarme per imparare a riconoscere il suo stato di salute, dai consigli sulla riproduzione a come comportarsi quando è in falsa gravidanza, dalle cure di “bellezza” all’agility e a come viaggiare insieme a lui.

Per ordinarlo cliccate qui.  
Voglio una cavia di Alessandro Melillo

Se state per diventare o siete padroni di una cavia in questo volume troverete tutte le informazioni indispensabili per condividere al meglio la vita con la vostra piccola amica: dai consigli sulla scelta a dove acquistarla, da come maneggiarla a come alimentarla, da come educarla a come comunicare con lei, dal rapporto con i bambini alla convivenza con altri animali, dai consigli sulla riproduzione a come comportarsi quando si devono allevare più soggetti, da come fare loro il bagnetto a come portarle in viaggio.

Per ordinarlo cliccate qui.

 
Dalla gabbia alla vita di Samanta Catastini

Un breve romanzo che narra la storia di uno dei tanti poveri conigli da laboratorio. Scritto in prima persona per rispecchiare i pensieri dell’animale stesso. Un racconto corto e conciso per far riflettere sull’amara questione della vivisezione che, ancora oggi, miete vittime silenziose e nascoste al resto dell’umanita.

Per info e per averne una copia, visitate la pagina https://www.facebook.com/SamantaScrittrice/  
Il coraggio del coniglio di Samanta Catastini

Racconti sparsi di conigli che ce l’hanno fatta. Conigli che hanno conosciuto il peggio dell’essere umano per poi assaporarne il lato migliore; quello del cuore. Conigli con quel coraggio di sopravvivere che spesso l’uomo non conosce neppure.

Per info e per averne una copia, visitate la pagina https://www.facebook.com/SamantaScrittrice/

 
Un raid dritto al cuore di Samanta Catastini

Si puo rischiare la propria vita per salvare animali da laboratorio, o destinati al macello? Elettra se lo è chiesto molte volte durante la sua vita, senza mai avere dubbi sulla risposta: decisamente affermativa! Quando scopre che Duccio, il suo fidanzato, è un attivista impegnato in questa lotta impari, non ci pensa neppure un attimo a seguirlo. Vedrà la dura realtà e dovrà combattere con se stessa per non svenire ogni volta che guarda quegli occhi indifesi, maltrattati, sfiniti da inutili esperimenti. Un romanzo che si presenta come una favola rispetto a quello che accade a nostra insaputa ogni giorno sulla pelle di questi poveri animali destinati a morire nelle piu atroci sofferenze. Un assaggio per indurre alla curiosità il lettore.

Per info e per averne una copia, visitate la pagina https://www.facebook.com/SamantaScrittrice/

 
 
DiFabio

L’angolo degli artigiani e degli artisti

Un angolo dedicato agli artigiani che dedicano parte del loro ricavato a MADE in BUNNY per il sostegno delle attività di tutela legale e per le associazioni della rete.


Coniglia Mannara Bijoux

Bellissimo negozio online di bigiotteria artigianale, della cara amica Sabrina Benussi, che propone la vendita di bracciali, orecchini collane e tanto altro ancora. Ed una parte del ricavato sarà a favore della rete di associazioni e gruppi di volontari organizzati di MADE in BUNNY. Tel. 3899776272, pagina facebook clicca qui.


Niglio Magia

Bellissimi lavori artigianali all’uncinetto realizzati dalla nostra Maria Rosa Morandi, il cui ricavato è interamente devoluto in beneficienza alle associazioni e gruppi di volontari organizzati della rete di MADE in BUNNY. Per informazioni: clicca qui. 

 
 
 

L’angolo degli artigiani è composto di persone che sostengono vari gruppi e associazioni con parte del ricavato del loro lavoro. La Rosscrochet presenta i suoi bracciali, portachiavi etc. Visitate la pagina facebook cliccando qui. 

 
 
 

L’angolo degli artisti è aperto a tutti coloro che hanno voglia di esprimere e di creare, avendo come obiettivo quello di aiutare tutti i nostri pelosetti. Qui presentiamo Jessica Ravera, che esegue ritratti a matita in bianco da fotografia. Una magica serata d’autunno, una tazza di tè allo zenzero, del cioccolato alla vaniglia, la musica, un foglio bianco, le matite… gli animali che bussano alla mia porta di casa. Amo gli animali e amo disegnarli per passione sin da bambina. Mi piace provare a cogliere il loro sguardo e le loro emozioni con le matite sulla carta. Per info visitate la pagina facebook cliccando qui.  

 
 
 

COME ORDINARE

Per ordinare scrivi a shopping@madeinbunny.org

Oppure compila il form sottostante:

DiFabio

Mercatini Solidali d’Italia

MADE in BUNNY ha realizzato il primo centro market lapino a supporto di tutte le associazioni e gruppi di volontari, con esposizione dei loro articoli e link diretti ai loro market solidali. Disponibile sul sito anche il proprio merchandising.


(tocca l’immagine per visitare il loro negozio online)

Conigli & co.

Bellissimi cuscini, portachiavi, peluches ed altro ancora. Il ricavato andrà per le cure dei pelosetti in carico all’associazione Conigli & co. Per acquistare clicca qui.


(tocca l’immagine per visitare il loro negozio online)

Coniglio codino a pon pon

Bellissimi segnaposto, appendini, portalibretti, il calendario da muro ed altro ancora. Il ricavato andrà per le cure dei pelosetti in carico al gruppo Coniglio codino a pon pon. Per acquistare clicca qui.


(tocca l’immagine per visitare il loro negozio online)

I Trovatelli

Bellissimi quadri, segnalibri, ferma-posto, porta-occhiali ed altro ancora. Il ricavato andrà per le cure dei pelosetti in carico al gruppo I Trovatelli. Per acquistare clicca qui.


(tocca l’immagine per visitare il loro negozio online)

Il Prato dei Conigli

Bellissime casette di legno, lettini, gadget ed altro ancora. Il ricavato andrà per le cure dei pelosetti in carico all’associazione Il Prato dei Conigli. Per acquistare clicca qui.


(tocca l’immagine per visitare il loro negozio online)

La Voce dei Conigli

Bellissime t-shirt cool bunny, save a bunny, le street shirts ed altro ancora. Il ricavato andrà per le cure dei pelosetti in carico all’associazione La Voce dei Conigli. Per acquistare clicca qui.


(tocca l’immagine per visitare il loro negozio online)

Mondo Carota

Bellissimi calendari da muro e da tavolo, collane, recinti cube ed altro ancora. Il ricavato andrà per le cure dei pelosetti in carico all’associazione Mondo Carota. Per acquistare clicca qui.

COME ORDINARE

Per ordinare scrivi a shopping@madeinbunny.org

Oppure compila il form sottostante:

DiFabio

Il merchandise MADE in BUNNY

Il merchandise originale di MADE in BUNNY O.d.v., per sostenere il lavoro delle associazioni e dei gruppi di volontari organizzati che fanno parte della rete.

IL CALENDARIO 2020 “UN ANNO DI CONIGLI” – Vita da Conigliari

                     (video con musica)

Il calendario dedicato al lavoro della rete e di MADE in BUNNY per ricordare tutto l’anno l’importanza del lavoro dei volontari.

Il ricavato andrà a sostegno della rete MADE in BUNNY di associazioni e gruppi di volontari organizzati. Disponibile in versione da tavolo ed in versione da parete.

Contributo associativo € 8,00 + spedizione.


IL MERCHANDISE MADE in BUNNY O.d.v.

Il ricavato andrà a sostegno di MADE in BUNNY O.d.v. e della rete di associazioni e gruppi di volontari organizzati.

 (video con musica)


La linea disegnata dall’artista “Annamaria Centola” con rielaborazione del nostro logo sulla base di tre temi principali: lo sfruttamento degli animali nell’allevamento intensivo, nel circo e nella caccia..
  • t-shirt uomo girocollo (bianca) – contributo associativo € 19,00 + spedizione.
  •  t-shirt donna scollo a V (bianca) – contributo associativo € 19,00 + spedizione.
  •  t-shirt donna girocollo (bianca) – contributo associativo € 19,00 + spedizione.

Le nostre felpe MADE in BUNNY, disponibili in varie misure e colorazioni, scritta sulla manica destra.
  • donna manica lunga con cappuccio e zip (grigio, fucsia, nero) – contributo associativo € 25,00 + spedizione.
  • uomo manica lunga con cappuccio senza zip (grigio) – contributo associativo € 25,00 + spedizione.

La linea “I’m a Pet too”, disponibili in diversi colori e misure, per uomo, donna e bambino.

  • donna scollo a V (rosso, fucsia, bianco, nero) – contributo associativo € 19,00 + spedizione.
  • donna girocollo (bianco) – contributo associativo € 19,00 + spedizione.
  • donna scollo a V scollo largo (nero) – contributo associativo € 19,00 + spedizione.
  • uomo girocollo (nero) – contributo associativo € 15,00 + spedizione.
  • berretto adulto (bianco, blu, rosso, nero) – contributo associativo € 12,00 + spedizione.
  • cappello bimbo (bianco, celeste, rosso) – contributo associativo € 9,00 + spedizione.
  • bandana (nero, blu, rosso, bianco) – contributo associativo € 8,00 + spedizione.

La linea “Bonnie & Clide” con gli scatti in esclusiva della nostra Claudia Squaranti, per donna. Possibilità di personalizzazione.

  • donna girocollo (bianco) – contributo associativo € 21,00 + spedizione.

La linea “Bunny Wars” con l’immagine esclusiva della nostra Dubhe, disponibile per uomo, donna e bambino.

  • donna scollo a V (bianco, nero) – contributo associativo € 19,00 + spedizione.
  • uomo girocollo (bianco, nero) – contributo associativo € 15,00 + spedizione.
  • bambino (porpora, rosso) – contributo associativo € 11,00 + spedizione.

La linea “MADE in BUNNY neonato” con l’esclusivo logo rivisitato dal nostro Ale-fix.

  • neonato (rosa, giallo) – contributo associativo € 8,00 + spedizione.

La linea “MADE in BUNNY “.

  • uomo girocollo (vari colori) – contributo associativo € 15,00 + spedizione.
  • donna scollo a V (vari colori) – contributo associativo € 15,00 + spedizione.

I nostri Braccialetti MADE in BUNNY, disponibili nei seguenti colori: bianco, nero, arancione, celeste, giallo fucsia.
  • Contributo associativo € 1,00 + spedizione.

COME ORDINARE

Per ordinare scrivi a shopping@madeinbunny.org

Oppure compila il form sottostante:

DiFabio

Il calendario degli eventi

– GLI EVENTI CONIGLIOSI PER IL NATALE –

Il Natale si avvicina, e le associazioni vi aspetteranno con tanti bei pensierini da regalare, presso i loro eventi informativi oppure nelle loro pagine shopping!!!

MADE in BUNNY vi ricorda che è importante partecipare ad un evento, perché significa contribuire alle spese mediche ed alle cure in carico alle associazioni per la gestione dei nostri amati pelosetti.

Avrete inoltre la possibilità di firmare la petizione “ANCHE IO SO FARTI COMPAGNIA” per riconoscere al coniglio il diritto di essere un PET.

Alzate il volume, guardate il video e buon divertimento!!!

 

 

 

Giornata di raccolta firme – MADE in BUNNY – San Cesareo

Domenica 16 dicembre 2018 dalle ore 10:30 alle ore 19:30

presso “L’isola dei Tesori – Centro Commerciale La Noce – San Cesareo”

https://www.facebook.com/events/2361985973922608/

 

 

Mercatino di Natale 2018 – Prato – Il Prato dei Conigli

Domenica 16 dicembre 2018 dalle ore 14:00 alle 17:00

Centro di Scienze Naturali – Via di Galceti 74 Prato

https://www.facebook.com/events/341794286374336/

 

 

Mercatino Lapino Solidale di Natale 2018 – Verona – La Voce dei Conigli

Domenica 16 dicembre 2018 dalle ore 13:30 alle 19:30

Hotel La Pergola Grezzana – Via La Guardia 1 (Verona)

https://www.facebook.com/events/1844470875606429/

 

 

MADE in BUNNY Christmas on the road – Sabbioneta

Domenica 16 dicembre dalle ore 09:30 alle ore 22:30

Piazza Ducale – Sabbioneta (MN)

https://www.facebook.com/events/1135253156651906/

 

 

Due Orecchie e un Codino – Bologna – Follow the Bunny

Venerdì 21 dicembre alle ore 20:30

Locanda Corte Roveri – Via delle Biscie, 35, 40138 Bologna (BO)

https://www.facebook.com/Follow-the-Bunny-Segui-il-Coniglio-207538489258516/

 

 

Vi ricordiamo infine la raccolta fondi Vaccini per il 2019

dell’associazione “Il Prato dei Conigli”, che potrete seguire qui:

https://www.facebook.com/donate/2016319511795380/294120317901615/

 

🐰 Seguiteci su www.madeinbunny.org 🐰

 

DiFabio

La musica e gli animali. A cura di Niky Gammieri

Il 24 agosto 2018 si è svolto il primo concerto per animali ad Assisi nel bosco di San Francesco. Una vera e propria prima che speriamo possa avere altre repliche in luoghi, spazi e situazioni che consentano questo tipo di concerto. L’artefice di questa nuova interessante iniziativa è Andrea Ceccomori; lasciatemi spendere due parole su questo flautista di grande versatilità; un artista che ha suonato in tutto il mondo, dedicandosi sia al repertorio classico che accompagnando molti compositori contemporanei; Andrea svolge un attento lavoro sul rapporto tra il suono e l’animo umano.

Quando gli è stato chiesto come potesse, un artista che ha suonato persino per Papa Francesco ed al Table of Silence Memorial di New York, fare in un parco dei “concerti per animali”, ha risposto: <<Credo che la musica debba uscire dai propri templi, dai propri teatri e luoghi di culto, come diceva Wagner, e vivificare la natura. Deve portare un servizio aggiuntivo a tutto il creato e non solo agli uomini. Qui sta l’accezione sacra della musica del progetto Assisi Suono Sacro che sto portando avanti da anni, una musica universale che parli al cuore del creato. Traendo ispirazione da San Francesco e il suo amore per gli animali ( dal lupo alle amate allodole) ho ritrovato nel mio strumento, il flauto appunto, uno strumento magico per ammansire gli animali, un po’ come nella mitologia greca di Orfeo o in quella indiana di Krishna che incantano le fiere col flauto o la lira. Ovviamente ciò è solo una ispirazione, ma credo che anche gli animali possano trovare giovamento della musica e soprattutto un giovamento nel rapporto con i loro padroni: gli umani, i quali a loro volta, possono comprendere meglio ciò che li lega ai propri fratelli più piccoli>>.

Il maestro ha lasciato da parte l’aspetto scientifico della “zoomusicologia” per lasciare spazio a quello “artistico”, all’empatia, alla raffigurazione dell’animale nel suo intimo.

Ovviamente un uomo così sensibile non poteva che essere un conigliaro, infatti oltre un cane e due gatti, possiede anche due coniglietti.

Quindi lasciate che i vostri piccoli amici ascoltino e danzino con voi la fantastica melodia della vita!